La domanda del Matto

Cosa faresti oggi se tu non avessi paura di niente?

Mi alzavo dal letto e ogni giorno quella frase era lì ad aspettare proprio me.

L’avevo scritta di getto e appiccicata su di una bacheca disposta sul muro di camera mia, quel muro che ero costretto a guardare ogni volta che mi alzavo la mattina.

Ci hai mai riflettuto su quante cose ti perdi inventando mille scuse solo per non affrontare i tuoi limiti?

Io sì, molte volte.

Quella frase era lì anche ogni volta che tornavo a casa, prima di andare a dare un abbraccio a Morfeo, in quel momento in cui sei da solo con i tuoi pensieri e per quanto ci provi non puoi sfuggirti.

La frase mi guardava dritta negli occhi. Senza pietà.

Ma quando, giorno dopo giorno, ti rendi conto di quante volte torni a casa e devi ammettere che la tua giornata è stata governata dalla paura, allora qualcosa ti scatta dentro.

No, non è così che voglio vivere la mia vita, ti dici.

Quante incredibili possibilità di te stesso avrai perduto, anche solo dopo un mese, per aver ceduto al lusso della paura?

E quanto migliore sarebbe la tua vita, dopo anche un solo mese, se ogni giorno tu avessi fatto ciò che davvero volevi ma che per timore delle conseguenze non hai osato?

Quella frase, netta e implacabile, mi ha insegnato tanto.

Ora quella bacheca e quel muro non ci sono più ma quell’insegnamento non l’ho mai dimenticato e non perdo occasione per donarlo agli altri durante le letture dei Tarocchi in giro per i locali torinesi.

“Due strade divergevano in un bosco, ed io —
Io presi quella meno battuta,
E questo ha fatto tutta la differenza”

Rober Frost

E tu, quale strada percorrerai oggi?

Se questo articolo ti è servito o ti ha emozionato, condividilo su facebook.
Un piccolo gesto può aiutare centinaia di altre persone.
Grazie di Cuore.

Leggi anche: i Tarocchi, misteri in piena luce

I commenti sono chiusi.

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: