Interpretare i Tarocchi utilizzando la stesa della Croce Celtica

La Croce Celtica è probabilmente la stesa di Tarocchi più famosa e usata al mondo e non esiste libro di Tarocchi che non la citi.

Anche se viene considerata spesso come una stesa per principianti, io la trovo incredibilmente efficace in molte situazioni per cui che tu sia un novizio o un esperto, esplorala con attenzione e curiosità perché riserva innumerevoli sorprese.

Ma come si interpreta correttamente?

Se cerchi in giro troverai numerose chiavi di lettura, per cui non esiste un solo e unico modo.

Come per ogni cosa, ti suggerisco di sperimentare.

Io qui ti propongo il metodo che risuona maggiormente al sottoscritto, lungi dall’essere la sola via.

La disposizione delle carte

La Croce Celtica richiede dieci carte, puoi scegliere se usare solo gli Arcani Maggiori o tutte le carte.

All’inizio è più facile usare solo gli Arcani Maggiori per allenarsi a “vedere” la storia che la stesa racconta, ma i minori aggiungono molti dettagli in più.

Dipende dal tuo livello di esperienza.

Mescola il tuo mazzo ed estrai dieci carte disponendole in questo modo:

stesa-tarocchi-croce-celtica

 

Il significato delle carte

Carta 1: il presente

Indica la situazione attuale del consultante, oltre al modo in cui si sente all’interno di questa situazione.

Carta 2: la sfida

Questa carta è ciò che separa il consultante da una vita più piena e realizzata, è il prossimo passo da affrontare, quello che è percepito come dubbio o problema.

Carta 3: il passato

La carta del passato ci racconta quali energie o eventi hanno portato alla situazione attuale.

Carta 4: il futuro

Cosa potrebbe accadere nell’immediato futuro, non è il risultato finale, ma il prossimo gradino che il consultante potrebbe trovarsi a incontrare se lascia che la situazione vada avanti così com’è.

Carta 5: alla luce

Questa carta ci parla del desiderio manifesto del consultante, ciò che vuole consciamente mentre affronta la sfida che si sta presentando.

Carta 6: in ombra

“Così sopra, così sotto”. Se la carta 5 è ciò che è conscio al consultante, questa carta invece ci parla di ciò che è ancora in ombra e inconscio, i motivi profondi per cui la situazione si è generata e che ha portato il consultante alla sfida attuale.

Carta 7: il consiglio

Il consiglio tiene conto di ciò che sta avvenendo e suggerisce al consultante l’approccio migliore per affrontare la sfida.

Carta 8: influenze esterne

La carta 8 mette in luce le energie, le persone e gli eventi che influenzano l’esito della questione su cui il consultante non ha un diretto controllo.

Carta 9: speranze e paure

La situazione e la sfida portano alla luce dal vissuto del consultante traumi e desideri profondi, che possono influenzare le sue azioni. Questa carta mette in luce queste ferite e passioni, in modo da meglio comprendere come affrontare la sfida in modo consapevole.

Carta 10: l’esito

Ed ecco che viene mostrato dalla stesa in che modo la questione potrebbe risolversi, ovviamente se il consultante non agisce. Sia che la carta mostri un esito piacevole o spiacevole al consultante, lui avrà sempre il libero arbitrio di cambiarlo nel suo percorso di superamento della sfida. Questa carta non è una sentenza, ma solo una prospettiva.

L’INTERPRETAZIONE

Essendoci numerose carte in questa stesa, il rischio è di diventare didascalici e di leggere ogni carta per quello che è, ma così facendo si perde il gran potere di questa stesa: la visione d’insieme.

Più che leggere ogni carta come un compartimento stagno cerca di cogliere la storia che viene raccontata come se fosse un romanzo d’avventura.

Parla di un grande e piccolo viaggio dove incontri sfide, paure e desideri. Nasconde motivazioni apparenti ed emozioni sotterrate nel profondo abisso interiore. Affronta alleati e nemici, passioni e stratagemmi, conflitti e vittorie.

Immergiti nel flusso senza soluzione di continuità, lasca che la mente sfochi, cerca di cogliere il senso profondo del racconto delle carte.

Ascoltale narrare.

“C’è tanta gente infelice che tuttavia non prende l’iniziativa di cambiare la propria situazione perché è condizionata dalla sicurezza, dal conformismo, dal tradizionalismo, tutte cose che sembrano assicurare la pace dello spirito, ma in realtà per l’animo avventuroso di un uomo non esiste nulla di più devastante di un futuro certo. Il vero nucleo dello spirito vitale di una persona è la passione per l’avventura. La gioia di vivere deriva dall’incontro con nuove esperienze, e quindi non esiste gioia più grande dell’avere un orizzonte in costante cambiamento, del trovarsi ogni giorno sotto un sole nuovo e diverso.”

Tratto dal film Into the Wild

Leggi anche: i significati arriveranno da soli.

I commenti sono chiusi.

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: