La numerologia evolutiva dei Tarocchi

Ogni Arcano Maggiore dei Tarocchi è composto da un nome, una raffigurazione colma di simboli, ed un numero.

Tutti questi elementi sono importanti durante la lettura, perciò conoscere la numerologia dei Tarocchi è tanto importante quanto conoscere i nomi e i simboli delle carte.

Come mai l’Imperatrice è stata raffigurata in posizione III, mentre l’Imperatore è posto al IIII?
Cosa ci fa L’Eremita al VIIII?
Ed il Diavolo cosa daviolo – appunto – ci fa al XV?

Ogni numero ha un significato che ci aiuta comprendere l’essenza della carta.

Inoltre, per interpretare gli Arcani Minori è fondamentale.

Che differenza c’è tra un Tre ed un Cinque di Coppe?
E tra il Due e il Sette di Bastoni?

La numerologia è l’impalcatura che sorregge tutta la cattedrale chiamata Tarocco.

Cerca altrove per qualcuno che ti possa seguire nelle tue ricerche riguardo ai numeri. Da parte mia, ti confesso che sono molto oltre la mia portata, e mi sento in grado solamente di ammirarli.

Blaise Pascal

E se lo dice uno come Pascal, cosa posso mai insegnarti io sui numeri?

La numerologia è un mondo vasto, e proprio come per i simboli ci sono infinite interpretazioni differenti.

Quello che posso donarti è una delle tante prospettive sull’architettura numerologica dei Tarocchi, quella che maggiormente mi risuona e che ho trovato rendere le mie letture più precise ed efficaci. Mi permette di percepire coerentemente l’intero mazzo dei Tarocchi, dove le carte non sono elementi slegati, ma un unico flusso narrativo della Coscienza.

Ovviamente, come sempre, ti invito ad esplorare il tema senza dogmatismi, ciò che è affine a me potrebbe non esserlo per te, e nell’ambito della numerologia dei Tarocchi ci sono molte scuole di pensiero differenti.

La Numerologia Evolutiva dei Tarocchi

L’unica cosa che davvero si sappia della natura umana è che cambia. La capacità di mutare è l’unica qualità che si possa attribuirle con certezza. I sistemi che falliscono sono quelli che fanno assegnamento sulla stabilità della natura umana e non sul suo sviluppo e la sua crescita.

Oscar Wilde

Ogni numero rappresenta una fase della nostra crescita interiore, come il gradino di una scala che ci porta verso il nostro Essere Essenziale, verso la nostra Coscienza.

Puoi trovare con chiarezza la spiegazione di questo concetto nel libro Metagenealogia di A. Jodorowsky, M. Costa, pagine 31 – 35.

Ma torniamo ai numeri. Possiamo raffigurarli in questo modo:

cof
schema ispirato dal libro Metagenealogia, pag. 35

Vediamo insieme il significato di ogni numero.

1

Il numero 1 è la pura potenzialità ancora inespressa, il seme ancora non piantato nella terra. Può essere tutto ma non è ancora niente.  L’Uno è il principio e la forza.
Senza esperienza ma pieno di potenziale.

2

Se l’1 è il seme, il 2 è la terra in cui accoglierlo, è accumulo e gestazione. Il seme senza terra è un albero non nato. L’1 senza il 2 è potenzialità inesprimibile.
Accumulo di energia.

3

Esplosione creativa. Il seme, gentilmente protetto e accudito dalla terra, inizia a penetrarla con le sue radici. Senza una direzione, pura creazione.
Esplosione creativa o distruttiva senza esperienza.

4

Il 4 è il quadrato, stabile, solido ma anche rigido nelle sue regole. Il germoglio è uscito della terra ed è a tutti gli effetti una pianta.
Stabilità, equilibrio e fermezza.

5

Il 5 è lo sguardo nuovo verso l’universo, esplorazione dell’ignoto. La piantina fa spuntare le prime goglie alla ricerca della luce del sole.
Tentazione e ricerca.

6

Giunge il momento della fioritura. Bellezza e profumo, siamo giunti in un mondo nuovo, con nuove regole. Ma anche bivio tra il vecchio mondo è l’inesplorato. Il momento in cui la pianta si apre.
Apertura, la gioia e la bellezza come principio.

7

Il fiore si lascia impollinare. Non solo azione senza esperienza, come nel 3, ma con una direzione e visione più ampia delle cose.
Azione totale nel mondo.

8

Dalla pianta al frutto, completo nel suo scopo. Niente da aggiungere, niente da sottrarre.
Tutto ciò che una situazione poteva dare, l’ha dato.
Perfezione.

9

La cicatrice del frutto che cade dall’albero, la messa in discussione che porta dalla fine di una situazione ormai completa all’annunciazione di un nuovo inizio.
Crisi di transizione.

10

Se nell numero 1 abbiamo piena energia ma senza esperienza, qui abbiamo piena esperienza ma senza più energia. La pianta ha esaurito il suo scopo, ed il frutto è pronto a tramutarsi nel prossimo seme, potenzialità di una pianta tutta nuova.
Fine di un ciclo e inizio del successivo.

Numeri Ricettivi e Numeri Attivi

I numeri dispari sono considerati attivi, mentre i numeri pari sono considerati ricettivi.

Se osservi lo schema precedente e il significato di ogni numero, ti accorgi chiaramente di questa divisione tra significati attivi e significati ricettivi.

I numeri dispari hanno una energia carica e mobile, i numeri pari hanno una energia stabile ed equilibrata.

Numeri attivi:

  • 1 – potenzialità
  • 3 – esplosione
  • 5 -tentazione
  • 7 – azione nel mondo
  • 9 – crisi

Numeri ricettivi:

  • 2 – gestazione
  • 4 – equilibrio
  • 6 – apertura
  • 8 – perfezione
  • 10 – fine di un ciclo e attesa del successivo

Ricordare il significato dei numeri

Ma Andrea, come faccio a ricordarmi tutte queste cose a memoria?

Uno dei problemi principali quando si inizia a studiare il Tarocco è il ricordare i significati delle settantotto carte.

Ma ricordando i numeri il grosso del lavoro è fatto poiché non solo ricorderai i significati, ma anche la struttura e l’ossatura di tutto il mazzo.

Per ricordare i numeri ti basta avere una immagine visiva dove a sinistra hai i numeri pari e a destra i numeri dispari.

Ad esempio potresti immaginare te stesso con una coppa vuota nella mano sinistra (ricettiva) e una bacchetta magica con cui lanci un incantesimo nella mano destra (azione attiva).

Per ricordare invece il significato di ogni numero ti basterà ricordare il piccolo seme che diventa frutto.

Il seme (1) che entra nella terra (2), mette le radici (3), la stabilità del primo germoglio (4), la foglia che ricerca la luce (5), poi la bellezza del fiore in apertura (6), poi l’impollinazione da fiore a fiore agendo nel mondo (7), ne nasce la perfezione del frutto (8), la cicatrice lasciata dal frutto che cade (9) e il frutto che in terra diventa nuovo seme (10).

Facciamo una prova?

Mettiamo che tu estragga una carta, la numero 4.
Sarà nella tua mano sinistra con la coppa, perché è pari, quindi ricettivo.
Il 4 è la stabilità del germoglio, il quadrato.

Risultato: stabile attesa ricettiva.

Se invece estrai il 5, sarà nella mano destra da cui lanci un incantesimo. Azione.
Il cinque è la fogliolina che si apre al mondo per cercare la luce.

Risultato: ricerca attiva con sguardo nuovo.

Ma gli Arcani Maggiori?

Se i numeri vanno da 1 a 10 come faccio con gli Arcani Maggiori che vanno da 0 a 21?

Molto semplice.

I numeri da 11 a 20 sono esattamente accoppiati ai numeri da 1 a 10.

Quindi 1 e 11 significano sempre potenzialità, 2 e 12 gestazione, 3 e 13 esplosione e cosi via.

I numeri da 1 a 10 sono creativi.
I numeri da 11 a 20 sono distruttivi (non in senso negativo, ma in senso sottrattivo).

Facciamo un esempio? 

Se il 3 ed il 13 sono entrambi esplosione attiva, allora L’imperatrice (arcano 3) è esplosione attiva creativa mentre La Morte (arcano 13) è esplosione attiva distruttiva.

Vuoi vedere un altro esempio chiarissimo?

Il 5 è tentazione e la ricerca abbiamo detto.

Beh, Il Papa (arcano 5) è tentazione attiva creativa, il Diavolo (arcano 15) è tentazione attiva distruttiva.

Per comprenderlo meglio puoi disporre i Tarocchi in questo modo:

cof
Gli Arcani Maggiori suddivisi in due decine, da 1 a 10 creativi, da 11 a 20 distruttivi

Come vedi, sopra hai i primi dieci arcani, e sotto gli arcani della seconda decina.
Guarda ad esempio Gli Amanti.

Cosa significa l’arcano?

Il sei è apertura, è pari, apertura ricettiva creativa.
Guarda la carta subito sotto, La Torre, il sedici. Apertura ricettiva distruttiva.

Come vedi, semplicemente ricordando la crescita della pianta e il concetto di numeri pari e disparti e decine creative e distruttive hai una chiara mappa di tutti gli arcani.

E il Matto e il Mondo?

Il Matto e il Mondo, proprio come nella figura, sono un discorso a parte, in quanto il Matto, lo zero, ed è un numero che moltiplicato per qualunque altro rimane se stesso, il risultato è sempre zero.

Il Matto è il senza numero che viaggia attraverso tutti i passi di crescita degli Arcani, fino a giungere al Mondo, la vittoria finale del matto, un nuovo matto pronto a ripartire per un nuovo inesplorato ed entusiasmante viaggio.

E gli Arcani Minori?

Molto facile.

Ti basta sapere il significato dei quattro semi e associarli al numero della carta.

  • Coppe (acqua, emozionale)
  • Spade (aria, mentale)
  • Denari (terra, materiale)
  • Bastoni (fuoco, creativo sessuale)

Per un approfondimento sui semi degli arcani minori ti consiglio di leggere l’articolo
Arcani Minori: cosa possono insegnarti

Se ad esempio estraiamo un 2 di Spade, otterremo:

  • numero pari, ricettivo
  • il seme piantato nella terra, gestazione e accumulo
  • spade, mentale, linguaggio, elemento aria

Potremmo interpretarlo, ad esempio, come un momento di raccoglimento delle idee per un nuovo progetto, una fase di introspezione razionale per prepararci a una nuova esplosione creativa progettuale.

E le Carte di Corte?

Abbiamo visto come imparando il significato dei numeri da 1 a 10 possiamo agilmente intuire come interpretare tutti gli Arcani Maggiori e tutti gli Arcani Minori numerici, restano soltanto le carte di corte di ogni seme, Paggio, Regina, Re e Cavagliere.

  • Paggio, passaggio dal 2 al 3
  • Regina, passaggio dal 4 al 5
  • Re, passaggio dal 6 al 7
  • Cavagliere, passaggio dall’8 al 9

Non sto a spiegarti i dettagli sul come e perché si è giunti a questa suddivisione, sarebbe molto lungo e richiederebbe articoli a parte.

Se vuoi approfondire la logica dietro a questo modo di vedere le Carte di Corte, puoi trovare la spiegazione nel libro La Via dei Tarocchi di A. Jodorowsky e M. Costa.

Per ora, prendi per buono lo schema proposto.

Un esempio pratico. Se estraiamo il Paggio di Coppe?

  • Dal 2 al 3, quindi valutazione, dopo un accumulo, se iniziare l’esplosione creativa o distruttiva
  • Coppe, lato emozionale, ciò che si ama

Possiamo interpretarlo come un momento in cui, dopo una introspezione emotiva, non sappiamo se aprirci o meno a una nuova esplosione emozionale.

In conclusione

Come hai visto, apprendendo lo schema numerologico evolutivo hai una mappa che ti permette di giungere al significato di tutte e 78 le carte.

Prenditi il tuo tempo per interiorizzare questa architettura numerologica perché farà una differenza incredibile nelle tue letture.

Ovviamente questa è soltanto una delle tante filosofie di pensiero dietro alla numerologia del Tarocco, ma io la percepisco come incredibilmente solida e funzionale, quella più efficace per me tra le diverse che ho trovato in giro.

Provala, sperimentala, scopri come e se rende solide le tue letture.
E se ti risuona, falla tua.

Perché i numeri sono belli? È come chiedere perché la Nona Sinfonia di Beethoven è bella. Se non vedi perché, nessuno può spiegartelo. Io so che i numeri sono belli. Se non sono belli i numeri, niente altro lo è.

Paul Erdös

Se questo articolo ti è servito o ti ha emozionato, condividilo su facebook.
Un piccolo gesto può aiutare centinaia di altre persone.
Grazie di Cuore.

Leggi anche: il Tarocco, lo scheletro che balla

I commenti sono chiusi.

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: