L’Eremita e le quattro virtù del Cammino

Parliamo di ambiente, ma non andiamo nei boschi a pulire.
Parliamo di migranti, ma non andiamo sulle coste ad accogliere.
Parliamo di governi, ma non andiamo all’università di scienze politiche a studiare.
Parliamo di gilet gialli, ma non andiamo in strada a combattere.
Parliamo di stranieri, ma ignoranti della nostra storia e delle nostra stessa lingua.
Parliamo di sangue e morti, ma selfie e shopping sono il nostro vivere.

Parliamo.
Pur di non dover fare.

Parliamo.

Senza Sapere.
Senza Volere.
Senza Osare.
Senza Tacere.

Virtù necessarie del Cammino.

Lo sa bene l’Eremita.
Che conosce, vuole, osa.

E tace.

Il silenzio praticato con cognizione di causa è padre della preghiera, affrancamento dalla schiavitù, custodia del fuoco, sentinella dei pensieri.

Giovanni Climaco

Se questo articolo ti è servito o ti ha emozionato, condividilo su facebook.
Un piccolo gesto può aiutare centinaia di altre persone.
Grazie di Cuore.

Leggi anche: il Matto e il Cielo

I commenti sono chiusi.

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: