Pippo 79 chiamerà Peppa 77?

A volte mi arrivano messaggi sulla pagina facebook o dal form di contatto del blog simili a questo:

Peppa 02/04/77
Pippo 04/09/79
A giorni lui mi chiama e ci incontriamo?

Sorvoliamo sul fatto che venga preteso un consulto gratuito, a distanza e che il tutto venga richiesto senza nemmeno presentarsi e rubando tempo di vita a qualcun altro.

Cerchiamo invece di trarre degli spunti utili riflettendo su questo genere di richieste.

La lettura a distanza

Nei gruppi a tema o sui forum se ne trovano a bizzeffe di domande poste in questo modo.

Ma riflettici un attimo con me, ti va?

Mettiamo che tu mi scriva da Palermo alle 11.00 del mattino e che io ti risponda da Torino alla sera, intorno alle 21.30.

Bene, questo significa che tra il tuo pensare alla domanda e la mia estrazione di carte si frappongono circa milleseicento chilometri di distanza e dieci ore e mezza di tempo.

Inoltre, io e te non abbiamo alcun legame, fosse anche solo attraverso un oggetto fisico, o una fotografia sbiadita.

Quindi mi troverei a Torino, di sera, a mescolare le carte pensando a sessanta caratteri scritti su uno schermo, mentre tu, a migliaia di chilometri di distanza, nello stesso momento stai pensando alla birra da scegliere al pub.

Potrebbero uscire delle carte sensate secondo te?

Aldilà della qualità della domanda e dell’educazione posta nel farla, ritengo questo genere di consulti semplicemente inattendibili nel loro risultato.

Preferisco avere una stesa solida piottosto che rischiare di tirare a indovinare lanciando una moneta.

Molti diranno di essere attendibli o di aver ricevuto consulti attendibili, ma spesso dipende dal modo in cui questa attendibilità venga calcolata.

Se vuoi approfondire il concetto, puoi trovare delle riflessione all’interno dell’articolo:  “la cartomanzia testa o croce”.

Ma facciamo un passo oltre, mosso dalla possibile obiezione:

Eh ma perché tu non sei un sensitivo o un veggente, se no potresti vedere aldilà di ogni distanza e tempo e sapere vita, morte e miracoli anche solo da un nome e una data!

Touché, potrei dirti.
Ma ragioniamo insieme anche su questa possibilità, che ne pensi?

Mettiamo che qualcuno abbia – per qualche dono divino – la capacità di, da un semplice nome e data di nascita, attraversare il tempo e lo spazio.
Mettiamo che questa persona possa così cogliere l’energia della domanda che è stata posta e “vedere” per essa i fili intessuti dal destino e potendo così rivelare ciò che ancora è di là da venire.

Molto bene.
A questo punto mi chiedo…

Ma secondo te, questo dono verrebbe utilizzato per rivelare a qualcuna se l’uomo sposato con cui esce da quattro anni si deciderà a lasciare la moglie per stare con lei?

Non ho una risposta definitiva in merito, intendiamoci, la mia è una riflessione aperta.

 

Se questo articolo ti è servito o ti ha emozionato, condividilo su facebook.
Un piccolo gesto può aiutare centinaia di altre persone.
Grazie di Cuore.

Leggi anche: La Cartomanzia testa o croce

I commenti sono chiusi.

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: