Da Amanti a Giudizio, decisioni al capolinea

Mio caro folle vagabondo, eccoci nuovamente insieme ad interpretare il passaggio tra due carte, in questo caso la transizione tra Gli Amanti e Il Giudizio.

Se non hai ancora letto l’articolo Dalla Papessa all’Eremita, che dubbio! ti consiglio di farlo prima di procedere, per capire un poco il metodo di questo esercizio.
Se vuoi approfondire ulteriormente, trovi un altro esempio nell’articolo Dal Papa al Bagatto, dai il buon esempio!

Ho deciso di scrivere questa serie di articoli dedicati all’interpretazione di due Trionfi per volta per aiutarti a capire quali ragionamenti puoi fare per interpretare il senso delle carte, ma soprattutto per calarle nei contesti di vita quotidiana.

In questo caso, la situazione da interpretare è la seguente.

La consultante domanda in merito alla sua situazione sentimentale, è fidanzata da tempo, e le due carte che escono vengono a raccontarci un po’ cosa sia accaduto.

Le due carte in questione sono un passaggio tra Amanti e Giudizio.

Prima di tutto cerchiamo di usare la logica e di evitare di lanciarci in sensazioni istintive e puramente arbitrarie. Quindi prendi un foglio di carta e una penna e metti via le carte.
Scrivici sopra i nomi delle le due carte di questo esempio, con una bella freccia in mezzo in questo modo:

Amanti → Giudizio (Angelo)

«Cosa può aver generato questa situazione e cosa può essere accaduto?»

Dunque, iniziamo dagli Amanti.

La carta degli Amanti ci parla di scelta e di scegliere. Raffigurava in origine la cerimonia del matrimonio. Molti cartomanti la associano ancora oggi all’amore romantico, all’unione di una coppia innamorata. Purtroppo non è un’interpretazione del tutto corretta.
Quando nacquero i Tarocchi, nell’Italia del XV secolo, il matrimonio non era affatto un atto romantico, era un contratto che due famiglie sugellavano a fini politici, commerciali o sociali. Insomma, convenienza. Il matrimonio era una decisione strategica. Il cuore c’entrava ben poco.

Lo so, mi spiace per tutti gli amanti di San Valentino, delle rose e dei cioccolatini, ma questa carta non è affatto pucciosa.

Torniamo alla nostra interpretazione. Se la consultante si è trovata in una situazione di scelta in un ambito sentimentale e lei è in coppia, cosa potrebbe rappresentare?

Scelta tra restare con la persona o andarsene?
Scelta tra due persone?

Qualunque cosa sia, dopo la porta all’Angelo del Giudizio, per cui penso sia più probabile che la scelta alla quale è sottoposta è qualcosa che parte da lei.

Potrebbe essere il fatto di lasciare il compagno?

Se così fosse ci sarebbe la carta della Morte a identificare il cambio di stato da fidanzata a single. Se fosse invece una decisione presa in modo imperante ci sarebbe l’Imperatore. Se fosse una valutazione invece per ciò che sente giusto per lei, ecco che comparirebbe la Giustizia con la sua bilancia e la sua spada. Eppure c’è l’arcano VI.

A me suona un po’ come la scelta di non agire, più che la scelta di fare qualche azione. Non ti da questa impressione?

La scelta è un bivio e si potrebbe pensare che,  se dopo viene portata a giudizio, sia perché è stato scoperto dal compagno un suo tradimento, ma nel caso sarebbe apparso l’Appeso, punizione che viene data ai traditori. Ma non compare nemmeno l’Appeso.

Quando interpreti, è buona cosa andare per esclusione prima di seguire una strada. Prova a chiederti «Cosa NON può essere? Quali carte NON sono uscite?»

Non c’è Morte, Appeso, Imperatore, Giustizia, Torre, Carro… qui non ci sono grandi azioni o stravolgimenti. Però la nostra consultante non sembra nemmeno doverci pensare, non compare un Eremita a mostrarla meditabonda.

Qui c’è una scelta strategia ben precisa.

Potresti pensare ad una proposta di matrimonio che lei vuole fare al compagno. Forse la scelta di sposarsi e successivo annuncio attraverso la carta del Giudizio?

Potrebbe, ma i Tarocchi avrebbero mostrato il Matrimonio, un Papa, una Giustizia, come carta di arrivo. Inoltre la consultante non sembra dell’umore di una che è al settimo cielo.

Potrebbe essere una proposta di matrimonio ricevuta da lui?

Mmm… se così fosse, lei prima riceverebbe la notizia e dopo dovrebbe scegliere, scegliere prima di ricevere la notizia suona strano, a meno che lei non sia una veggente.

No, qui a me suona più di decisione non presa. È a un bivio ma non sceglie, o meglio, sceglie di non scegliere.

E a cosa la porta questo? All’arcano XX.

L’arcano XX, come ti ho raccontato nell’articolo Il Giudizio, ambasciator non porta pena, ci parla del momento in cui suonano le trombe celesti per richiamare vivi e morti al cospetto del trono, per il Giudizio Finale.

La porta quindi a venire a conoscenza di qualcosa, a una resa dei conti, una notizia, un richiamo. Qualcosa che le giunge, in questo caso dall’esterno.

Il compagno ha scoperto un tradimento?

No, lo abbiamo visto prima. Ci sarebbe la carta gli Amanti come punto di arrivo (scegli, o me o lui) o una Torre (crisi, crollo, colpo), oppure Morte (taglio netto, viene lasciata). Qui invece arriva un messaggio. E non si vede né La Luna e i suoi segreti, né il Sole che porta alla luce una verità nell’ombra. Nemmeno un Eremita che indaga, nulla.

Mumble, mumble. Stesa mica facile!

Dunque, riassumiamo, qui abbiamo una scelta senza azioni e un messaggero che chiama a giudizio, ma senza crisi o cataclismi però.

È incinta?

No, niente Luna, ne Stella.

E se fosse….

… che il compagno non sappia nulla in merito a qualcosa e quella tromba che suona non è lui a suonarla, e nemmeno lei che non sta scegliendo?

Ecco perché non compaiono carte come crisi, distacco, segreti scoperti, tradimenti o altro!

Ed eccoti la soluzione.

La consultante ha un amante. Nelle carte non compare il tradimento poiché dal punto di vista dell’amante non è un tradimento. Nemmeno lei, dato che è presa dell’amante, lo vede come un tradimento. Durante la stesa lei non stava pensando al compagno.

Il compagno di lei non sa di questa situazione, per questo non ci sono scontri, verità rivelate, criti o tagli di sorta.

Questa relazione nascosta va avanti da qualche tempo ma lei sembra non essere intenzionata a scegliere, non lascia il compagno ma non vuole nemmeno rinunciare all’amante per cui inizia a provare sentimenti forti.

Eccola qui la qui la carta degli Amanti come scelta di convenienza.

L’amante, però, dato che lei continua a non lasciare il suo compagno, ad un certo punto sbotta e le dice che o lascia il compagno o lui la pianta in asso. Insomma, non ci sta più a fare l’amante vivendo la relazione in gran segreto.

Ed ecco che per lei questo out-out dell’amante giunge come l’Angelo del Giudizio.

Ora si che sono curioso di sapere la carta successiva…

Se questo articolo ti è servito o ti ha emozionato, condividilo su facebook.
Un piccolo gesto può aiutare centinaia di altre persone.
Grazie di Cuore.

Leggi anche: i Tarocchi sempliciotti

I commenti sono chiusi.

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: