La tela di fondo

Terra della montagna, solido Pentacolo, mi accoglie protettiva nel morbido verde cullare. Sono, senza pretendere, rispettoso materno grembo. Fuoco tra le pietre, Bastone vigoroso, divora e trasforma, senza sosta né pace. Desidero, senza incatenare, vorace calore fulmineo. Acqua del lago, Coppa quieta d'eterno movimento, sussurra, raccoglie e diluisce. Sento, senza codificare, statico fluire incantato. Aria... Continue Reading →

Quando incontrai Marianne Costa e La Via dei Tarocchi

Sono passati ormai sette anni dal giorno in cui incappai nel libro “La Via dei Tarocchi” di Alejandro Jodorowsky e Marianne Costa, passando per La Danza della Realtà e la Psicomagia - che Marianne preferisce definire “finzioni riparatrici” - e successivamente la Metagenealogia. Oggi la mia visione riguardo alla lettura dei Tarocchi è diversa da quella... Continue Reading →

Il Cuore pulsa l’attimo

Ferma. Immobile. Guarda avanti incurante del mondo. Alle sue spalle, l’ignoto. Le braccia spalancate come in croce. Come ali di un albatro. I piedi saldi come radici che penetrano il cemento. Chiude gli occhi. Respira, espira. Ancora. Chiusa in sé, aperta all’altrove. Pronta. A cadere. Volare. Abbandonarsi. Il cuore pulsa l’attimo. Si getta all’indietro. Nel... Continue Reading →

Arcana Permutatio. Il destino nei tarocchi

Tutto avrei pensato tranne che un giorno qualche scrittore mi facesse diventare il personaggio di un romanzo. Eppure Mara Cassardo, nel suo Arcana Permutatio. Il destino nei tarocchi, ci è riuscita. Un giorno ero seduto sulla Fontana Angelica in Piazza Solferino a Torino. In mano il mio fedele mazzo di Tarocchi. Non so bene perché... Continue Reading →

I Tarocchi possono cambiarti la vita?

Sì. E lo faranno. Almeno, a me l’hanno cambiata. Cambiata del tutto. I Tarocchi cosa mi hanno donato, ti chiederai. Tanto lavoro su me stesso, ecco cosa, e questo ha fatto tutta la differenza del mondo. Ma soprattutto mi hanno circondato di amore, bellezza e persone speciali. Un giorno un mio ex-collega, biologo, razionalissimo, quando... Continue Reading →

Gli angoli remoti e oscuri

Uno dei miei linguaggi é sempre stato lo sguardo, fin da quando ero bambino. Alcuni dicono io sia empatico, io ho sempre pensato di essere semplicemente curioso. Curioso della altrui bellezza. Sì, lo so, potete credere che la bellezza sia cosa rara da trovare, ma credetemi, c’è molta più bellezza di quella che pensate. Tanti... Continue Reading →

Alla luce del Sole ma senza alcuna Luna

Davanti ad un parchetto per bambini, scivoli e giochi arrugginiti e sporchi, unti da bombolette spray. Siamo capaci solo del nuovo in questa epoca. Produrre – mai mantenere – mai curare – mai custodire. Calzolai, sartorie, artigiani – scompaiono giorno dopo giorno – meglio oggetti nuovi che riparati. Vecchi abbandonati negli ospizi. L’innovazione è produrre... Continue Reading →

Mostrare e Nascondere

Ci sono cose che mostriamo, a volte per nutrire l’ego ferito dalle nostre mancanze, a volte per condividere e sentirci parte di un gruppo. Ci son cose che celiamo, a volte per rispetto verso i nostri spazi, a volte per paura dei pregiudizi, per la fragilità delle nostre emozioni, per i nostri dubbi, per le... Continue Reading →

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑