Anche nel gioco il matto è vuoto

Buongiorno mio caro folle vagabondo, oggi vorrei parlarti della carta del Matto in qualità di assenza attiva. Lo so, può sembrarti un pensiero altamente filosofico che trae i suoi spunti da chissà quale libro ermetico, e invece salta fuori dal libretto di istruzioni del gioco dei Tarocchi, proprio il gioco di carte in stile briscola,... Continue Reading →

La bilancia dell’orbo

Mio caro folle vagabondo, oggi vorrei raccontarti una storia, una storia ermersa dalle carte, una storia emersa da dentro. Ho estratto cinque trionfi, Torre, Giudizio, Eremita, Giustizia, Imperatore. Ciò che leggerai è ciò che ne è riaffiorato. Di getto, d'istinto, d'incanto. Spero che possa risuonarti dentro. «La sottile differenza tra essere e credere, in cui... Continue Reading →

Purificare i Tarocchi è davvero necessario?

Mio caro folle vagabondo, faccio una dovuta premessa. Questo articolo è decisamente provocatorio e starà sulle balle a più di qualcuno, per cui metto le mani avanti. Ciò che muove i miei articoli è da sempre il desiderio di spingerti a ragionare con la tua testa anziché il farti scimmiottare azioni meccaniche soltanto perché «si... Continue Reading →

Da Amanti a Giudizio, decisioni al capolinea

Mio caro folle vagabondo, eccoci nuovamente insieme ad interpretare il passaggio tra due carte, in questo caso la transizione tra Gli Amanti e Il Giudizio. Se non hai ancora letto l'articolo Dalla Papessa all’Eremita, che dubbio! ti consiglio di farlo prima di procedere, per capire un poco il metodo di questo esercizio. Se vuoi approfondire... Continue Reading →

Il Giudizio, ambasciator non porta pena

Ciao mio folle vagabondo, oggi vorrei parlarti di una carta che spesso viene considerata ambigua o difficile da interpretare. Sto parlando dell'arcano XX, Il Giudizio. Vediamone alcuni tratti iconologici. Inizio con il precisarti che nei testi cinquecenteschi, come ad esempio il Sermones de Ludo, questo trionfo è spesso nominato Angelo, non Giudizio. In alcuni Tarocchi compare... Continue Reading →

Non mi sento un eremita

Non mi sento un eremita. Ho la possibilità di avere informazioni da ogni angolo del globo, parlare con i miei amici e parenti, leggere qualunque libro possieda o, in pochi gesti, ottenere qualunque libro sia attualmente in commercio. Posso ascoltare musica, guardare conferenze, spettacoli. Visitare, seppur senza corpo, i musei. Posso allenare il fisico. Posso... Continue Reading →

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑